Featured Post

PUBBLICITA’ IMMOBILIARE MEGLIO LA STAMPA O WEB

Meglio la carta stampata o il web per pubblicizzare una appartamento? Non esiste una risposta esatta a questa domanda. Ogni appartamento ha delle caratteristiche diverse ed un target diverso. Prima di identificare quale tipo di soluzione utilizzare e bene capire a quale tipo di cliente ci si deve rivolgere....

Read More

I (1)7 Colli – Sfoghi di un Agente immobiliare

Posted by er Marana | Posted in Confessioni Agenti Immobiliari, Episodi in Agenzia, Mercato Immobiliare, Roma Immobiliare, Trattative Immobiliari | Posted on 07-10-2009

Tags: , , , , , , , , ,

4

Da quattro anni a questa parte un’agente immobiliare che esercita il suo mestiere con professionalità, prima di uscire di casa al mattino, controlla il suo “kit d’ordinanza”:

  • Scudo antisommossa in dotazione al reparto celere della polizia di stato.
  • Tamponi per le ascelle.
  • Cavigliera-cartucciera modello narcotrafficante con tripla dose di caffeina da iniettarsi in endovena.
  • Alabarda spaziale di Goldrake (per quando qualche cliente esce fuori di se e si trasforma, ingiustificatamente, in Gozzilla)


Che piaccia o no questa è la realtà. Sembra non ci sia posto per le persone pacate, per bene, di poter mostrare la propria professionalità. La clientela è inferocita e il più delle volte ti guarda con fredda diffidenza, come se tu fossi una serpe pronta ad avvelenarli da un momento all’altro, magari a tradimento, proprio con il suggello dell’incarico di vendita.

E quando riesci a instaurare un dialogo e a dimostrare “passione, pazienza e sapienza” ai loro occhi sembra così strano. E magari pensano che sotto sotto, la fregatura c’è, solo che stavolta è talmente ben celata, che sarà ancora più letale.

Questo è quello che pensa mediamente il cliente: “dove mi sta fregando questo”?

E tu gli puoi parlare di certificazione energetica, di servizi professionali e strategie di vendita, di interscambio e posizionamento. Di ipotecario e catastale. Di messa in sicurezza della compravendita e di apertura al mercato. In alcuni casi perfino d’internazionalizzazione.

Niente. Lui sotto sotto penserà: “Dov’è la fregatura? Perchè la fregatura c’è..”

E’ la giungla.

Salgo e scendo i 7 colli (che negli ultimi 20 anni sono diventati minimo 17) lavorando in tutta Roma. Lavoro bene, non mi lamento. Riesco a trattare cose grosse ma so che la “pagnotta” a fine mese me la darà probabilmente l’appartamento della signora Maria, di 2 camere cucina e bagno in zona semiperiferca. E sono inc…to!

Sono inc….to con tutti quelli che per anni hanno detto di essere agenti immobiliari, e non lo sono mai stati. Sono inc….to con tutti quelli che hanno preso il patentino di agente immobiliare con “i punti del Mulino Bianco” e hanno combinato solo casini. E sono ancora più inc….to con tutti quegli organi di controllo, istituzionali e di categoria, che non hanno mosso un dito, spesso mettendo addirittura a tacere chi rivendicava correttezza e deontologia.

Sono incazzato perchè ci tocca lavorare in un ambiente difficile e perchè in questo ambiente ci lavoriamo dalle 10 alle 14 ore al giorno. Assumendoci responsabilità verso tutti: clienti, veri e potenziali, fornitori, collaboratori, stato e non ultimo le nostre famiglie.

Mi chiamo er Marana e sono stato gentilmente invitato a scrivere su questo blog. Di storie ne conosco a iosa. E al momento me le tengo per me.

Ma ricordatevi solo una cosa: se “la terra è fatica” come dicono i contadini, il mattone, sin dai tempi dei babilonesi era associato alla schiavitù… eppure, al giorno d’oggi, siamo chiamati “liberi professionisti“.

The following two tabs change content below.

er Marana

Latest posts by er Marana (see all)

Leave a Reply