Featured Post

Immobiliare: investire nel lusso,perchè?

Cari colleghi,oggi voglio sottoporVi alcune domande sui vari motivi perchè investire nel lusso. 1.cos’è il settore immobiliare di lusso e quello a reddito 2.situazione attuale del settore immobiliare di lusso e/o a reddito. 3.situazione futura del settore immobiliare di lusso e/o a reddito. 4.perchè...

Read More

L’IMPORTANZA DEL CARTELLO DI VENDITA NELLO STABILE Parte 2

Posted by Max Zoccarato | Posted in Agenzie Immobiliari, Marketing Immobiliare, Pubblicità Immobiliare | Posted on 17-10-2011

Tags: , , , ,

2

Ma come dovrebbe essere un buon cartello di vendita?

Come grafico ho delle idee ben precise di come deve essere per poter ottenere il risultato desiderato. Come cliente… anche.

 

Spesso si sottovaluta quanto il cartello di vendita possa essere utilizzato non solo per la vendita dell’appartamento ma anche e sopratutto per la pubblicità istituzionale della Agenzia Immobiliare.

 

Un buon cartello di vendita infatti, non solo può portare ad appuntamenti per visionare la casa in oggetto, ma essere utilizzato come forma per acquisire nuovi clienti.

 

Il cartello nello stabile, può comunicare più informazioni.

 

Se studiato con cura, comunica la professionalità e impegno con cui l’Agente Immobiliare tratta gli immobili di cui è titolare di mandato, può far risparmiare tempo (e denaro) su appuntamenti inutili con clienti che, se pur interessati alla tipologia di casa, hanno l’esigenza di avere un una disposizione interna diversa o clienti che dalla sola descrizione di come è composta la casa non riescono a immagine le dimensioni delle stanze e così via.

 

Questo è un esempio di come (secondo me) dovrebbe essere un cartello di vendita.

 

In questo cartello è riportata la planimetria realizzata graficamente (mi riferisco ad una realizzazione grafica poiché, un grafico studia il miglior modo di presentare la casa, non le soluzioni tecniche per ristrutturarla) per dare un idea precisa sulla divisione interna della casa e la dimensione delle stanze. Chi osserva il disegno si immagina già come sia l’appartamento che deve vedere e se l’appartamento è da ristrutturare può avere un idea di come risulterebbe l’alloggio una volta ristrutturato.

 

Il formato del cartello dovrebbe essere un A3 più grande e più visibile del classico A4

Dovrebbe essere plastificato per essere idrorepellente.

Dovrebbe sempre avere una planimetria o assonometria della casa in vendita.

Dovrebbe essere personalizzato sulla singola Agenzia Immobiliare.

 

Non dovrebbe avere scritte a mano.

Non dovrebbe confondersi con gli altri cartelli in vendita.

Non dovrebbe essere quello generico con la dicitura “vendesi” comprato al negozio.

Non dovrebbe avere planimetrie catastali poco visibili.

 

La scelta di cosa inserire nel cartello ovviamente dovrebbe essere ben ponderata da chi conosce pregi e difetti della casa in vendita, e da chi deve realizzare materialmente il cartello.

 

Non li ho citati ma ovviamente i dati della Agenzia Immobiliare devono essere ben visibili, ma non necessariamente (salvo avere molto spazio a disposizione) completi di indirizzo dell’Immobiliare o email, il logo e un numero di telefono chiari, sono sufficienti per essere contattati.

 

Spesso i primi a chiamare l’Agenzia Immobiliare sono proprio gli abitanti del condominio dove è posto in vendita l’appartamento e quale modo migliore di presentarsi allo stabile con un buon cartello di vendita?

Il cartello di vendita nello stabile è in primo luogo un mezzo pubblicitario. Renderla buona o cattiva pubblicità, è solo una scelta dell’ Agenzia Immobiliare.

 

Per eventuali domande contattatemi, sono a vostra disposizione.

Massimiliano Zoccarato

Grafico Pubblicitario Freelance

 

The following two tabs change content below.

Max Zoccarato

Grafico Freelance
Grafico Freelance, diplomato allo Istituto Europeo di Design nel '91. Esperienza in vari settori del mondo della grafica; dalla progettazione restyling di logo, all' advertising. Dal below the line, above the line, al brand, passando dalla progettazione espositori, prgettazione stand, alla pubblicità immobiliare. Tra le esperienze più significative della mia carriera lavorativa, vi è il CONVEGNO NAZIONALE DELLA FIAIP DEL '94 di Milano, della quale vi è stato lo studio e realizzazione della campagna pubblicitaria (striscioni, volantini ecc.) e tutto quello che si rendeva necessario per la pubblicità del congresso, attualmente tra le collaborazioni vi sono anche quelle con l'Immobiliare Abitare oggi tra i diversi lavori restyling del sito web, e la grafica per manifestazioni varie (fiera, espositori da banco, monolite pubblicitario).

Leave a Reply