Featured Post

Mercato Immobiliare: Scarica il Report 2012 di LivelloCasa (Gratis)

L’Ufficio Studi LivelloCasa ha pubblicato un report che riporta informazioni molto dettagliate sulla direzione che sta prendendo il mercato immobiliare e sulle prospettive future. Gli scenari illustrati non sono ottimistici ma tuttavia non mancano spiragli e opportunità. Vengono proposti alcuni esempi,...

Read More

Aggiungi un posto a tavola… che vendiamo una casa in più

Posted by andrearusso | Posted in Agenzie Immobiliari, Collaborazione Immobiliare | Posted on 17-02-2013

0

In tempi di ristrettezze e impoverimento di un mercato, le strategie per non scomparire sono due: aggredire in maniera importante le quote che si liberano, o, con spirito collaborativo, aggregarsi e condividere per moltiplicare le quote disponibili.

Dato che per essere pesanti su un mercato come quello attuale non si può lesinare sugli investimenti, che anche con i migliori accorgimenti del caso, dovranno essere forti e non troppo attenti ad un ritorno immediato, in quanto poco possibile, l’alternativa che vedo più realizzabile con minor dispendio è quella di immaginarsi come ospiti di uno stesso pranzo.

In fondo lo spirito è lo stesso delle domeniche tra amici, dove ognuno porta una pietanza, preferibilmente preparata nella propria cucina. Le regole in questi casi sono pochissime, ad esempio ciò che si deve evitare è che si replichino le ricette presenti in tavola, e soprattutto che si ripieghi tutti sul dolce o sul vino senza badare alle portate principali e non dimenticando mai il pane. Quindi è preferibile raccordarsi prima sul chi fa cosa. Inoltre a questa tavola è vietato parlare di religione, politica e calcio, ma questa è un’altra storia.

La collaborazione immobiliare funziona allo stesso modo, ovvero tutti portano ad un tavolo comune qualcosa di proprio, di non visto o assaggiato prima, la propria specialità, si condividono ricette e idee senza gelosie e invidie, e ognuno si adopera per il bene del prossimo suo commensale. Poi se si riesce ad apparecchiare per bene questa tavola, in modo che possa essere anche piacevole luogo fisico di incontro e condivisione, come avviene negli studi associati, allora il risultato sarà sbalorditivo.

Forse che uno dei problemi della società contemporanea non sia quello di sprecare cibo e disperdere energia?
Allo stesso modo anche nell’immobiliare si spreca molto denaro e si disperdono tante opportunità. A cio si può ovviare ottimizzando le risorse, accentrando gli investimenti e condividendo le energie disponibili, sprecando molto meno, sia in termini economici attivi (migliore spesa) che passivi (maggiore resa). Questo avviene perché al risparmio oggettivo e pressoché immediato che si ottiene ridistribuendo i costi su un’economia di scala, si somma il vantaggio oggettivo del poter sfruttare meglio le opportunità che ci si propongono.

Credo che aggiungere un posto a tavola sia un modo sano ed etico, oltre che economico e vincente, per sfruttare al meglio le risorse disponibili, per condividere virtuosamente il mercato reale, e ricavare da una quantità relativa una qualità assoluta.

In fondo noi non siamo soltanto ciò che mangiamo, ma anche e soprattutto siamo protagonisti della tavola a cui scegliamo di sedere.

Andrea Russo
Remax Italia
www.blogimmobiliare.com
anrusso@remax.it
@andrearussore

Photo by thetaxhaven

The following two tabs change content below.

Latest posts by andrearusso (see all)

Leave a Reply