Featured Post

Finalmente il Sondaggio Sui Portali Immobiliari di Qualità

Voglio segnalare agli amici di Immobiliaristi un interessantissimo sondaggio condotto da PortaliImmobiliari.net realizzato con l’obiettivo di individuare quale fosse il portale immobiliare italiano che generasse contatti di qualità a dispetto della quantità. I risultati sono molto interessanti...

Read More

Asta immobiliare in crescita.

Posted by Editor | Posted in Aste Immobiliari | Posted on 03-09-2013

Tags: , , ,

0

Cresce il mercato italiano degli immobili all’asta e lo fa per vari motivi. Da un lato c’è la crisi che continua a far sentire i suoi effetti su famiglie e imprese, con una miriade di fallimenti e pignoramenti che han fatto che si aumentasse in maniera esponenziale il numero di immobili messi all’asta.

Il secondo fattore da considerare è l’abbassamento del prezzo medio di case e terreni assegnati mediante aste giudiziarie, rispetto a quelli venduti attraverso i canali tradizionali quali le agenzie immobiliari come queste.

Un dato che è stato confermato da una recente indagine del quotidiano torinese La Stampa, secondo il quale gli “sconti” sulle case all’asta sono aumentati del 30% tra il 2007 ed il 2012. In che senso? Il meccanismo da considerare è molto semplice.

In un primo momento gli immobili venduti tramite asta giudiziaria vengono messi “sul mercato” ad un prezzo pari alla valutazione preparata dai periti del giudice. Accade però che quasi sempre le prime aste vadano deserte e questo “costringe” il giudice a fare uno “sconto” rispetto al primo prezzo.

Ebbene, mentre nel 2007 lo sconto tra il primo prezzo richiesto durante le aste e quello a cui le case venivano effettivamente vendute alla fine era del 15%, nel 2012 questa percentuale è salita al 45%!

Questo dato è peraltro il risultato di una media nazionale in cui a sua volta si riscontrano forti differenze tra gli sconti più bassi praticati al Nord (del 35% in media) e quelli praticati in Calabria e nelle isole dove invece essi sfiorano in alcuni casi il 55%.

Non male per chi è a caccia di investimenti e che in questo modo riesce a risparmiare decine e decine di migliaia di euro sul prezzo finale di immobili di ogni tipo, case, ville, qualche volta anche castelli.

Tra l’altro negli ultimi tempi sono anche migliorate le procedure attraverso le quali gli immobili vengono messi all’asta, rese più chiare in un’ottica di trasparenza che attraesse nuovi investitori che invece prima vedevano con sospetto (e qualche volta an

The following two tabs change content below.

Editor

Latest posts by Editor (see all)

Leave a Reply