Featured Post

Pubblicità Immobiliare: dal volantino all’interazione

L’ offline e l’online sono due mondi separati e ben distinti l’uno dall’altro ma con un unico pubblico: le persone. Per questo l’integrazione tra questi due tipi di comunicazione non può che giovare alla comunicazione aziendale. La pubblicità immobiliare è sviluppata...

Read More

L’importanza del mediatore nella trattativa immobiliare

Posted by Stefano Tronca | Posted in Mediatore Immobiliare, Trattative Immobiliari | Posted on 17-11-2014

2

credits: gratisography.com

credits: gratisography.com

Personalmente ritengo molto importante il ruolo del mediatore nella trattativa. È assai raro, infatti, che un acquirente sia disposto ad accettare qualsiasi condizione imposta dal venditore senza battere ciglio. Che sia per necessità o per volontà, anche l’acquirente vuole dettare le proprie regole e quindi se non c’è un “arbitro” che media tra le parti, si rischia di vedere saltare la trattativa anche per un inezia.

L’arbitro in una trattativa immobiliare non è altro che l’Agente Immobiliare; arbitro perché nel suo ruolo, deve essere necessariamente imparziale.

Forse il bello del nostro lavoro è proprio questo…concludere l’affare sapendo di aver risolto tutti i disaccordi tra le parti!

Primo tema su tutti è

l’aspetto economico. Un vero MATCH tra il venditore, che vuole portare a casa più soldi possibili e l’acquirente che non vuole tirare fuori il portafoglio. Non sempre, però sono i soldi ad essere l’oggetto della trattativa, in quanto sono molte le variabili che intercorrono.

Affinché si possa concludere positivamente una trattativa immobiliare è fondamentale conoscerle, affrontarle e risolverle.  Questo per evitare brutte sorprese proprio come nel detto “arrossire prima è meglio che impallidire dopo”. :)

Una volta affrontato l’aspetto economico, infatti, ci sono i tempi di consegna, l’eventuale arredo, la data per l’atto di rogito, ecc… . Può capitare anche di dover mettere d’accordo più parti, negli atti a catena ovvero negli atti dove il venditore è anche acquirente di un altro immobile.

Aldilà di tutto, però nella mia esperienza lavorativa, ho visto che in tutte le trattative che ho portato a termine, c’era un filo conduttore comune: la volontà delle parti. Ebbene sì…quando le parti sono veramente convinte, c’è una spinta che aiuta il mediatore a trovare un accordo comune. In sua mancanza ogni sforzo è vano, in quanto ci sarà sempre un qualcosa che metterà in pericolo il buon esito dell’affare.

Mi è capitato anche di diventare messaggero di insulti (cosa che ovviamente non ho mai fatto) e poi trovarsi dopo l’atto a fare aperitivi dove venditori e acquirenti sembravano amici di vecchia data. Vi posso garantire che nelle trattative succede veramente di tutto…quindi è importante essere molto esperti in materia.

Consiglio spassionato: se mai vi dovreste trovare nella “brutta” situazione di dover trattare con parenti, trovate un mediatore e fatevi seguire! Non vorrete mica partecipare ad un pranzo di Natale con persone che non vi guardano neanche in faccia. :) La stessa regola vale per gli amici…

Stefano Tronca
Business Manager
Stefanotronca.com

 

The following two tabs change content below.
Ciao, sono Stefano Tronca e sono un Agente Immobiliare. Aiuto gli Imprenditori, mediante la consulenza, a trovare, vendere e locare l’immobile per la propria Azienda. Lo faccio definendo una strategia, creata appositamente per il Cliente.

Leave a Reply