Featured Post

Google Immobiliare: ecco come le agenzie possono riconquistare la Prim

Google e’ 95 volte su 100 il primo sito che un navigatore visita per raccogliere informazioni su un qualsiasi prodotto o servizio, è capitato mai anche a te? :) Questa abitudine non fa eccezione per il settore immobiliare che a maggior ragione riguarda un acquisto decisamente piu’ impegnativo...

Read More

Mercato Immobiliare: perchè investire nel settore della locazione?

Posted by Matteo Gallinucci Affitta Presto | Posted in Franchising Immobiliari, Mercato Immobiliare | Posted on 17-04-2015

0

Mercato Affitti Italia in CrescitaLa crisi delle compravendite del mercato immobiliare ha aperto le porte allo sviluppo del settore degli affitti: nel 2014 il numero di contratti di locazione stipulati in Italia ha segnato un aumento del 6,09 % rispetto al 2013, secondo la FIAIP.

Ma questo possiamo considerarlo un semplice fenomeno transitorio oppure è destinato a perdurare nei prossimi anni?

In effetti, ci sono diversi motivi che ci aiutano a comprendere perché non si tratta di un semplice riflesso della crisi del mercato immobiliare.

Riforma della normativa dedicata alle locazioni

Negli ultimi anni i cambiamenti a livello normativo sono stati continui e consistenti, favorendo il trend di forte spinta verso le locazioni. Basti pensare all’introduzione delle nuove forme contrattuali come quella a Canone Concordato, o le agevolazioni fiscali come la cedolare secca per gli affitti e la prossima rimodulazione delle aliquote.

Vantaggi che vanno a toccare da vicino sia il locatore che il conduttore.

Difficoltà di concessione di prestiti da parte delle Banche

Il settore degli affitti risente molto meno della grande cautela che hanno le banche al giorno d’oggi nella concessione di nuovi mutui da parte dei privati. Troppa incertezza nel lavoro e nel settore in generale costringe gli istituti bancari ad agire con estrema cautela, chiedendo maggiori garanzie, concedendo finanziamenti più contenuti e imponendo requisiti più stringenti.

Questo va solo a favore del mercato degli affitti, perché anche chi vorrebbe acquistare casa non sempre può farlo, e risulta più semplice e agevole ricorrere al canone d’affitto.

Errori di previsione di crescita del mercato

Negli ultimi dieci anni si è pensato al mercato immobiliare come un universo in costante crescita. Si comprava per rivendere a prezzi maggiorati, ma nel corso degli anni il valore degli immobili calava insieme ai prezzi. Secondo i dati Nomisma, dal 2010 al 2012 nelle principali città italiane c’è stato un continuo susseguirsi di prezzi ribassati, uno sgonfiamento delle quotazioni che perdurerà anche nei prossimi due anni.

Il settore degli affitti è meno soggetto all’instabilità

Sebbene in Italia l’affitto sia un fenomeno più ridotto rispetto ad altri stati europei, ogni anno vengono registrati circa un milione e mezzo di contratti di locazione. Ciò che sorprende è che si tratta di un numero che tende a rimanere costante nel tempo, o ad aumentare in maniera progressiva.

Prendendo in mano il Report Urbano 2012 del Centro Studi FIAIP, e rimanendo legati ai soli contratti regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate, tra il 2010 e il 2012 c’è stato un incremento del 15% con quasi 200mila contratti di locazione in più.

Cosa fare dunque?

Tenendo conto di queste preziose informazioni, possiamo dedurre che attualmente il mercato immobiliare non è favorito in quanto risente molto delle flessioni degli ultimi anni, e avrà bisogno di tempo prima di ristabilirsi.

Ma quando la bilancia si alleggerisce da un lato, si appesantisce dall’altro, e di fatto il mercato della locazione ha visto negli ultimi anni un incremento sostanziale che ha portato alla stipulazione di circa un milione e mezzo di contratti ogni anno.

Sebbene l’italiano medio continui a preferire l’idea di essere proprietario della propria abitazione, è importante che capisca che scegliendo questa opzione deve fare i conti con le grandi difficoltà di accedere ad un mutuo, senza contare le agevolazioni fiscali di cui potrebbe usufruire nel caso in cui decida di affidarsi al mercato delle locazioni.
Per un Agente Immobiliare questa risulta un’ottima occasione per approdare al mercato degli affitti, perché se da un lato il settore delle compravendite ne ha risentito e continuerà a risentirne nei prossimi mesi, dall’altro può sfruttare le informazioni statistiche fornite da enti certificati per capire come e dove muoversi.

A cura di Matteo Gallinucci – CEO Affitta Presto

The following two tabs change content below.
CEO e Fondatore di Affitta Presto, franchising immobiliare specializzato in affitti.

Latest posts by Matteo Gallinucci Affitta Presto (see all)

Leave a Reply