Featured Post

AIRday, l’evento di informazione e formazione immobiliare di Air

Il 28 gennaio a Roma, si terrà l’evento AIRday, presso il Best Western Hotel Royal Santina, in via Marsala n. 22 (nei pressi della Stazione Termini) L’AIR day è un occasione di incontro e di informazione e formazione di alto livello, nello spirito dell’Associazione AIR Italia (Associazione...

Read More

L’HOME STAGING COME STRATEGIA DI MARKETING IMMOBILIARE

Posted by Fosca de Luca | Posted in Home Staging, Marketing Immobiliare | Posted on 12-08-2015

0

Fosca de LucaOrmai lontani i tempi in cui gli immobili venivano venduti di prassi “sulla carta”, con la crisi del mercato la situazione è mutata fino a presentare una quantità di prodotti invenduti, spesso non solo completati in ogni sua parte, ma anche dotti di finiture di livello medio alto: pavimenti, rivestimenti, porte, sanitari…

Eppure per quanto in numero ridotto e con maggiore attenzione la persone continuano ad acquistare.

Cosa fa la differenza tra un immobile “facile” da vendere ed uno “difficile”?

Determinanti solo le strategie di valorizzazioni adottate.Proprio una situazione di crisi rende ancora più evidente l’importanza di un sapiente utilizzo del MARKETING IMMOBILIARE.

Agendo sulle leve del marketing mix, ovvero la combinazione di strumenti messi a disposizione per raggiungere i propri obiettivi aziendali, è possibile offrire e costruire valore sul prodotto immobile e di conseguenza sulla promozione dell’immobile stesso.

Alle volte basta, almeno apparentemente, “poco” per risultare efficaci: come un servizio fotografico professionale e studiato appositamente per il web che riesca ad attrarre l’interesse del compratore.

Un piccolo investimento diventa indispensabile, ma a questo corrisponde un grande risultato, ovvero la vendita dell’immobile stesso.
Per valorizzare al meglio il nostro “prodotto” immobile e renderlo idoneo ad un servizio fotografico mirato, diventa necessario l’home staging…. e cioè?

L’home staging non è altro che la raffinata arte di preparare la casa alla vendita, curando la sua presentazione fin nel dettaglio: una ricetta meno scontata di quanto si possa credere.

Gli Home Stager individuano tre semplici step attraverso cui raggiungere questo scopo:

1) Definire e valorizzare gli spazi;

2) Investire una somma ridotta ed accettabile;

3) Creare l’atmosfera giusta per “creare emozione”.

Esempio di Home Staging

Valorizzare il Prodotto

Ai fini della vendita, nella definizione e valorizzazione degli spazi è buona regola scegliere mobili che esaltino le caratteristiche dell’immobile e non il contrario. E’ sempre il prodotto immobiliare a essere protagonista, lasciando a divani, poltrone, tavoli e sedute un ruolo solo marginale, ma studiato per esaltare la potenzialità della struttura. Così si riesce a mostrare la casa al meglio e al contempo senza distrarre l’attenzione del possibile compratore dalle sue reali caratteristiche. Una strategia di marketing trasparente e proficua sia per chi vende che per chi acquista, il quale spesso ha difficoltà ad immaginarsi la struttura al massimo delle sue

Investimento Ridotto

L’investimento necessario nell’allestire gli interni in modo da valorizzare ed esaltare le caratteristiche dell’immobile non deve scoraggiare il venditore dal ricorrere a questo tipo di strategia di marketing. La spesa necessaria, infatti, è particolarmente ridotta rispetto ai costi notevoli del proprio bene invenduto nel tempo.

L’atmosfera per creare Emozione

L’home stager utilizza elementi free standing e evergreen e complementi che andranno a completare la presentazione: tessuti, soprammobili, colori, luci ed addirittura profumi per coinvolgere tutti i sensi del possibile compratore e comunicare che quell’immobile in particolare è un ottimo candidato per diventare “casa”.

The following two tabs change content below.
Mi occupo di case dal 1996 , prima come agente immobiliare poi in un’impresa di costruzioni e ristrutturazioni. Dopo aver seguito oltre 500 clienti ho trovato nell’HOME STAGING la professione perfetta per le mie competenze.

Latest posts by Fosca de Luca (see all)

Leave a Reply